mercoledì 18 marzo 2020

Art Night. Raffaello: Mito e Modernità, Rai cultura celebra il genio universale del più grande pittore del Rinascimento

Per i cinquecento anni dalla scomparsa di Raffaello Sanzio in onda su Rai 5 venerdì 20 marzo in prima serata, Art Night. Raffaello: Mito e Modernità, un viaggio alla scoperta del più grande pittore del Rinascimento Italiano. 






Il documentario Art Night. Raffaello: Mito e Modernità è trasmesso da Rai Cultura nell'ambito di Art Night programma condotto da Alessio Aversa. Un viaggio dedicato all'arte in tutte le sue declinazioni, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia all'architettura, all'arte contemporanea, realizzato con una narrazione raffinata, riprese di alta qualità e la voce diretta di artisti ed esperti italiani e internazionali.

Venerdì 20 marzo come sempre in prima serata sarà la volta di un genio assoluto della pittura italiana. Raffaello Sanzio muore a Roma il 6 aprile del 1520, a soli trentasette anni, Raffaello Sanzio. La sua scomparsa segnerà profondamente la scena artistica europea di quel tempo. Il suo percorso artistico senza precedenti si interrompe, lasciando in sospeso anche l’ambizioso progetto commissionato dal raffinato Leone X, Giovanni de’ Medici.

Dallo spirito profondamente e sensibilmente legato all’arte, il pontefice decise di nominare proprio Raffaello prefetto alle antichità di Roma, affidandogli il compito di intraprendere una grande campagna di rilievo e disegno delle testimonianze artistiche della città, che avrebbe di fatto riscattato dopo secoli di oblio e rovina, la grandezza e la nobiltà della capitale dei Cesari, affermando altresì una nuova idea di tutela. Si deve infatti a Raffaello l'origine del concetto di “tutela” del patrimonio culturale, che sviluppò grazie all'intenso e proficuo legame intellettuale con Baldassarre Castiglione. I due furono i più grandi interpreti dello spirito rinascimentale sempre legati da un’affinità spirituale e da una profonda comunanza d’ideali.

Raffaello, secondo le sue ultime volontà, fu sepolto nel Pantheon, monumento simbolo della divina perfezione di fatto indissolubilmente legata al grande pittore. Il suo breve, luminoso percorso ha cambiato per sempre la storia delle arti e del gusto, ora Raffaello rivive come genio universale nelle celebrazioni a lui dedicate.

Nessun commento:

Posta un commento

Coronavirus, Regione Lazio: firmato protocollo d’intesa per l’individuazione di un vaccino contro il COVID-19

Al via il protocollo d’intesa tra il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il ministro della Salute, Roberto Speranza, il minis...